Viaggiatori Viaggianti - villaggio dei pescatori

Menu

Altro Menu

Il Villaggio del Pescatore (Ribiško naselje in sloveno) è un piccolo centro turistico del comune di Duino-Aurisina alle foci del fiume Timavo. Sorto come villaggio che accoglieva i profughi istriani nel secondo dopoguerra si è sviluppato come centro sportivo e porto turistico. In tempi recenti, sono stati ritrovati resti di dinosauro e di coccodrillo primitivo. Il dinosauro "Antonio" si trova ora al Museo di storia naturale a Trieste. Noi ci rechiamo al Villaggio per la prima volta grazie ad un invito per una gita in barca a vela. Dopo aver parcheggiato il camper in uno dei parcheggi del centro abbiamo raggiunto Paolo ed Andrea che ci aspettavano a bordo dell'imbarcazione che ci avrebbe portato a visitare la splendida costa triestina direttamente dal mare, esperienza nuova per noi. Mentre Paolo termina gli ultimi preparativi, aiutato dall'ormai espertissimo Andrea, noi ci sistemiamo a bordo con i nostri viveri. Usciamo lentamente dal porticciolo usando il motore e con estrema cautela ci dirigiamo al largo, lontani dalle innumerevoli imbarcazioni. Paolo ci spiega le norme elementari di navigazione e come riconoscere l'arrivo della raffica di vento. Ormai le vele sono issate e l'increspatura del mare ci indica che stiamo per partire. La barca scivola leggera inclinandosi molto nei momenti di vento più forte. Il nostro entusiasmo è alle stelle quando ad un certo punto Paolo mi propone il timone. In questo caso non si tratta del classico timone a ruota ma di una semplice leva. Il mare si sta increspando, stringo la barra del timone e aspetto la folata; non è facile mantenere la direzione quando il vento spinge. Paolo finge indifferenza e ride con gli altri ma so che è attentissimo ad ogni mio gesto ed è pronto ad intervenire all'istante. Vedere il castello di Duino e la sua splendida costa dal mare è un'esperienza indimenticabile! Dopo aver percorso un lungo tratto in mare gettiamo l'ancora e ci dedichiamo al pranzo, per l'occasione brindiamo con una bottiglia di ottimo vino bianco. Con gli occhi lucidi per il vento e per l'emozione rientramo al porto. Paolo ed Andrea devono fare alcuni lavori di manutenzione all'albero e io mi diverto a fotografarli mentre, tutti bardati e messi in sicura, si arrampicano in cima.

foto