Viaggiatori Viaggianti - Tarvisio in libertà

Menu

Altro Menu

Per il we dell'immacolata abbiamo deciso di andare a sciare a Tarvisio, sci di fondo, la nostra passione. La pista di Valbruna è molto semplice ma piacevole e molto scorrevole, mentre quella di Valsaisera è assolutamente imperdibile con il suo percorso tra i boschi. Per i più allenati c'è un collegamento tra le due piste ma forse è meglio essere esperti per mettersi in questa bella avventura non poco faticosa ma ricca di suggestione. Abbiamo usufruito della comoda area di sosta (Latitudine: 46.503525 Longitudine: 13.571833)per la notte e il giorno dopo siamo andati a fare un giro in centro, abbiamo visitato il mercato coperto molto comodo viste le temperature rigide e la neve che cadeva copiosamente. L'atmosfera di Tarvisio è sempre molto piacevole, sarà per i ricordi di quando venivo da ragazza in vacanza con i miei, sarà perchè i suoi negozi di fatine e folletti in legno mi hanno sempre attirata, fatto sta che non mi stanco mai di ritornarci. Ho un bel ricordo di quasi 20 anni fa, quando andavamo in ferie a Camporosso in una casa in affitto, riscaldata solo a kerosene, quanto freddo patito ma quante splendide sciate! Ricordo anche un locale dove si potevano mangiare delle deliziose torte, lo Spartiacque, dove in tempi recenti ho potuto anche gustare la cucina veramente ottima del locale. Dopo la visita al centro di Tarvisio abbiamo fatto un giro ai mercatini di Natale della vicina Villach(Austria), raggiungibile in circa mezz'ora di strada (parcheggio con possibilità di sosta notturna N 46.60928° E 013.84256°)dove, oltre all'atmosfera assolutamente natalizia, abbiamo potuto gustare anche le caratteristiche patate (kartoffel) al forno farcite con varie salse. Per evitare di trovarsi in difficoltà, come il nostro vicino di camper, è opportuno sempre mettere gasolio invernale durante la stagione fredda, altrimenti si rischia un blocco. Per fortuna, grazie alla proverbiale solidarietà tra camperisti( vedi film "vita da camper" e lo scarico delle acque nere),siamo riusciti a far ripartire il camper che sembrava giunto al capolinea. Ormai è sera ci avviamo verso casa, passando lungo l'ex dogana il nostro sguardo cade su un piccolo negozio di antiquariato dove più volte ci siamo fermati alla ricerca di qualcosa di carino da portare a casa. Questa volta però proseguiamo mentre il cielo si colora di rosso, le montagne si coprono di un manto scuro quasi a voler conservare i loro preziosi segreti, le luci delle case brillano nelle vallate e la nostra mente corre già al prossimo viaggio in camper.

foto