Viaggiatori Viaggianti - Inghilterra del Nord

(Yorkshire-Northumberland) luglio 2015

Menu

Tutto pronto, stavolta i saluti si protraggono un po' più a lungo, tutti i ragazzi che si amano non si allontanerebbero mai uno dall'altra ma finalmente ce la facciamo. Tutto pronto dunque quando ci accorgiamo che niente funziona più. L'erogatore del gas è saltato, dal taglio sulla portiera esterna che la isola dal camper capiamo che è letteralmante esploso. Mi siedo, vedo scorrere e allontanarsi le vacanze tanto attese, Ele abbozza e subito nasconde un sorriso, Edo continua a ripetere “non funziona più niente”. E' mercoledì 15 luglio, il tanto temuto venerdì 17 , giorno della prenotazione del traghetto a Calais, è quasi alle porte e noi siamo piuttosto confusi.

In mezzo al caos un nome riecheggia come la nostra unica speranza, sono le 21,30, è folle ma telefoniamo a Bruno titolare del Valcellina Camper. E' fuori con gli amici ma ci assicura che non ci molla, alle 22,50 siamo da lui a S Quirino (Pordenone). Mentre svolge il suo lavoro io cerco di sdrammatizzare fotografando, i sorrisi si sprecano, Bruno dice che oggi è il nostro giorno fortunato, ha tutti i pezzi. Evito di esprimere la mia opinione riguardo alla fortuna e mi accontento di un grugnito accompagnato da un gesto.

Alle 23,30 siamo pronti per partire, la nostra prima tappa sarà Tarvisio, 300 km in anticipo rispetto alla tappa del programma ma siamo in viaggio, questo è l'importante! Salutiamo e ringraziamo Bruno, il nostro eroe e dopo aver scambiato con Edo “qualche accaldata opinione” sull'opportunità in futuro di prenotare ancora traghetti in anticipo cominciamo questo lungo viaggio, 1422 km percorsi in un solo giorno, per arrivare puntuali all'imbarco di Calais(Francia). Arriviamo sfatti e accaldati e dopo una doccia ci concediamo ben 4 ore di sonno al parcheggio dell'imbarco. Al mattino mentre preparo il caffè Edo va ad assicurarsi che tutto sia a posto, ma che volete sperare da un venerdì 17? naturalmente niente di buono e in effetti il traghetto non parte, pare ci sia uno sciopero e bisogna andare a Dunkerque, possiamo scegliere l'orario. Tralascio le peripezie, la confusione di mezzi che come noi han dovuto cambiare orari e luoghi. Avevamo deciso di partire alle 10 ma entriamo in un traghetto alle 12. Il mare è un po' mosso ma non rinuncio ad entrare allo shop per provare creme e spruzzarmi profumi costosi che so non comprerò ma adoro farlo. Aspetto di rimettere piede sulla terraferma ( si fa per dire) prima di avvisare casa che ce l'abbiamo fatta, siamo in Inghilterra!

finalmente sorridenti in traghetto verso Dover
foto