Viaggiatori Viaggianti - Rifugio Gilberti 1 settembre 2013

Menu

Altro Menu

Partiamo sabato pomeriggio col nostro camper in direzione Sella Nevea (Chiusaforte-Ud a 1190 slm), situato nella conca tra il Monte Canin e lo Jôf di Montasio, ci sistemiamo per la notte nel piazzale Slovenia, nei pressi degli impianti. Il giorno dopo vorremmo raggiungere il rifugio Gilberti, 1850 slm, che fa parte delle Alpi Giulie occidentali, nel Tarvisiano. Per raggiungere questo rifugio è possibile seguire il sentiero turistico da Sella Nevea (in ore 1.45) oppure prendere la comoda funivia da Sella Nevea (10 euro biglietto andata e ritorno); noi scegliamo quest'ultima soluzione, vogliamo riprovare l'ebbrezza della funivia. In realtà il motivo è anche un altro: alle 14, presso il rifugio Gilberti, ci sarà un concerto promosso da Assorifugi, "Musica su tre confini" con musiche colte e popolari italiane, friulane, tedesche e slovene; non vogliamo arrivare esausti e stravolti!

Arriviamo in cima e, dopo aver ammirato il panorama davvero notevole, decidiamo di percorrere un facile sentiero detto sentiero botanico contrassegnato dal n 632 . L'unica attenzione è quella di seguire sempre in salita il sentiero altrimenti si rischia di ritrovarsi nuovamente a Sella Nevea; noi ce ne siamo accorti subito perchè, a livello del segnale n 3, il percorso scendeva drasticamente quindi siamo ritornati indietro di qualche metro e abbiamo continuato sulla sinistra. Una volta arrivati alla fine dell'anello n 632, invece di ritornare subito al rifugio si può fare una breve deviazione a destra e si giunge alla Casermetta del Bila Pec, da dove si apre uno splendido panorama sulle alpi Giulie. Dopo qualche momento di assoluto relax e silenzio rientrimo al rifugio dove, dopo un ottimo pranzo a base di "fregoloz" di ortiche e frico con polenta, possiamo emozionarci sulle note di una musica che arriva direttamente al cuore.

Foto