Viaggiatori Viaggianti -il bramito dei cervi

Menu

Altro Menu

Non avrei mai pensato di vivere un'esperienza così intensa partecipando ad un'uscita guidata per ascoltare il "Bramito dei Cervi" al Piancansiglio, località situata tra le province di Belluno, Treviso, Pordenone. Abbiamo parcheggiato il nostro camper presso il rifugio escursionistico centro educazione naturalistica Vallorch, nei pressi dell'omonimo villaggio cimbro, dove raccoglievano le iscrizioni. Già alla sera, in una cornice di stelle, avvolti dal buio totale, i cervi si facevano sentire con i loro bramiti. Nel silenzio di quella notte rappresentavano per noi una piacevole compagnia. Al mattino ci siamo ritrovati col gruppo alle 6,30 in rifugio e, dopo che la guida aveva distribuito cannocchiali a tutti, siamo partiti in silenzio, addentrandoci tra gli alberi. Le tenui luci, che ci illuminavano il cammino, vengono spente quando arriviamo ai bordi del bosco. In silenzio ci appostiamo stando attenti al minimo rumore perchè la nostra presenza è già stata percepita. Ci parliamo con gli occhi e la guida, dopo aver scrutato con il cannocchiale, ci indica dove guardare. Le prime luci dell'alba illuminano la vallata, completamente immersa nella nebbia, che piano piano si sta diradando. Riusciamo ad individuare in lontananza molti cervi che brucano tranquilli. Un gruppo più vicino sta correndo elegantemente, con a capo il maschio più grosso, saltando le staccionate in preciso ordine. Ad un tratto qualcosa li disturba, forse una presenza umana, e li vediamo di colpo invertire la marcia, sempre in perfetto ordine. IN questo modo abbiamo la fortuna di poterci beare della loro bellezza per ben due volte. Alle 7, 30 i cervi sono già saliti tutti nelle montagne e la confusione li terrà nascosti per l'intera giornata. La nebbia si è quasi diradata del tutto regalandoci ad ogni istante nuovi spettacoli da fiaba.  

foto