Viaggiatori Viaggianti - Barcolana 2012

Menu

Altro Menu

Domenica 14 ottobre a Trieste si è svolta la 44ma manifestazione velica detta "Barcolana" che ha visto la partecipazione di ben 1.737 barche. Partite alle 10,00 all'altezza di Barcola, le barche si sono subito trovate in difficoltà in quanto il vento che il giorno prima faceva "volare" era sceso del tutto. Esimit Europa 2, la barca dell'armatore sloveno Igor Simcic, con timoniere Jochen Schumann, ha tagliato per prima il traguardo in 3 ore e 58 minuti. Vista dall'alto della strada Vicentina, che dall'Obelisco porta a Prosecco, il mare era interamente costellato di vele che parevano immobili a causa del vento di bonaccia. Il sentiero in quell'occasione si riempie di appassionati e curiosi che, macchina fotografica alla mano, cercano di rubare splendide foto ricordo. Era la prima volta che percorrevamo interamente la strada Napoleonica, lunga circa 3,7 chilometri in alto rispetto al mare, con stupendi panorami su Trieste e sul suo golfo. Dalla parte di Prosecco si trova il caratteristico Tempio Mariano di Monte Grisa, che con la sua singolare costruzione a triangolo( detta formaggino) domina la città. Merita una visita sia per la sua imponenza e sia come luogo di raccoglimento. Lungo il percorso ci sono delle pareti di roccia dove i rocciatori fanno prove di arrampicata. Dalla parte dell'Obelisco invece c'è la famosa tranvia di Opicina ( tram de Opcina in dialetto triestino, Openski tramvaj in sloveno) che collega la città, da piazza Oberdan, con la frazione di Villa Opicina, sull'altopiano del Carso, a 329 m s.l.m. In funzione dai primissimi del 1900 è lunga circa 5 km ed attualmente è chiusa da settembre 2012 per lavori di manutenzione straordinaria. Nel 1992, in occasione dei novant'anni dall'inaugurazione, è stata ripristinata la storica carrozza "numero 1", che a tutt'oggi risulta la più vecchia vettura tranviaria in funzione al mondo. Abbiamo potuto sostare con il nostro camper in uno dei due parcheggi a fianco della grande rotonda dell'Obelisco trascorrendo una notte tranquillissima. Per chi invece ama la confusione e la vita mondana lungo le rive della città ci sono bancarelle di ogni tipo, dai panini ai prodotti per la navigazione e si può assistere all'arrivo delle barche dopo l'estenuante gara. Per chi ama la musica il sabato sera è caratterizzato da un concerto in piazza Unità D'Italia, quest'anno Elio e le Storie Tese ha concluso la serata dopo che un acquazzone aveva scoraggiato i meno temerari.E' possibile sostare in centro a Trieste in via Ottaviano Augusto, anche se è abbastanza disturbata dai giovani che escono fino a tarda notte dai pub. Chi desidera vedere la partenza della Barcolana può sostare in piazzale 11 settembre 2001 a Barcola da dove, se il cielo lo permette, si può godere di uno splendido tramonto con vista al castellod i Miramare.

foto